Compostaggio con i resti dei pomodori

09894-2011-12-10-COMPOSTARE RESTI POMODORO

Il compostaggio è una tecnica che consente di reimpiegare vantaggiosamente tutti gli scarti dell’orto, e molti scarti della cucina. Consiste nel trattare quelli che altrimenti sarebbero rifiuti in modo da ricavarne, appunto, un materiale utilissimo per la fertilità dell’orto, detto “compost”

Il processo che trasforma rifiuti in materiale fertilizzante, detto compostaggio, si basa sulla fermentazione del suddetto materiale: posto in un contenitore particolare e trattato con pochi semplici accorgimenti il materiale non deve marcire, bensì deve fermentare sviluppando calore trasformandosi in un composto all’apparenza nero-scuro e soffice. Per ottenere questo risultato il mucchio del compost dovrà essere mantenuto umido, né troppo asciutto né troppo bagnato. Dovrà essere periodicamente mosso, ed il contenitore dovrà avere dei fori che ne consentano l’arieggiamento. Tutti i rifiuti dell’orto possono essere messi nel mucchio del compost,  salvo i resti di piante ammalate (per esempio le foglie di zucchini coperte di muffa bianca) e le piante infestanti che hanno già sviluppato i semi.

La compostiera della foto è stata costruita artigianalmente in un angolo dell’orto.
 

Peraltro, se il compostaggio avviene correttamente il calore sviluppato nel mucchio dovrebbe avere un effetto sterilizzante, anche se non sempre può essere sufficiente. Per quanto riguarda gli scarti di cucina si possono aggiungere gli scarti della frutta e della verdura, le bucce di uova, i fondi di caffè, evitando i materiali che imputridiscono con fatica come per esempio ossa e carne che si trasformano in compost con difficoltà. Per questi ultimi materiali, essendo molto lento il processo di trasformazione, si corre il rischio che generino muffe o funghi nocivi per tutto il mucchio, quando il calore della fermentazione si sarà attenuato. Consigliatissimi gli apporti di cenere derivante dalla combustione di legna da ardere, gli sfalci del prato possono essere aggiunti miscelandoli con terra o altro materiale perché se mantenuti in mucchi compatti faticano a fermentare al centro.

 

 


Risparmiare con il compost

144 Pagine. Formato 14X21 cm. Illustrato
Euro 13,20.  Vedi prezzo scontato

Una famiglia di 3-4 persone con un orto-giardino di ordinaria grandezza può produrre ogni anno 5 quintali di rifiuti organici dai quali si ricavano comodamente 2 quintali di compost, pari a dieci sacchetti di terriccio da giardino da 50 litri. Questo riduce praticamente a zero le spese per acquisto di fertilizzanti. Inoltre, molti Comuni offrono sconti e facilitazioni a chi composta in proprio. Questo libro è un manuale completo per il riciclo dei rifiuti domestici e del giardino. Illustra tutte le tecniche per ottenere gratuitamente un ottimo fertilizzante e  ammendante dei terreni. E’  arricchito da schede, tabelle e immagini che guidano il lettore nella produzione del compost sia nel giardino sia sul balcone di casa, anche con una compostiera autocostruita.

SCONTI E OMAGGI
PER SAPERNE DI PIU’

Disponibile anche in formato Ebook. Acquista e leggi subito senza tempi e spese di spedizione. Compra su Lulu  

 

 

Un’altra prerogativa del compost è quella di rendere il terreno più soffice e permeabile alle radici, e di favorire perciò lo sviluppo di humus. Quindi è particolarmente adatto a rendere qualsiasi terreno più fertile e coltivabile, in particolare quelli troppo argillosi o quelli troppo sabbiosi.

Tutti i resti della coltivazione dei pomodori possono essere aggiunti al mucchio del compost. Eliminare però le piante ammalate di oidio o peronospora. In proposito, sarà molto utile aggiungere periodicamente al mucchio dello zolfo bagnabile (o zolfo ramato) per evitare la formazione di muffe.
 

Tutti i resti della lavorazione dei pomodori possono essere usati vantaggiosamente aggiungendoli al mucchio del compost.

Le piante eliminate al termine del ciclo produttivo presentano steli non legnosi, quindi non è neppure necessario spezzettarle come è consigliabile fare con gli steli dei peperoni o delle melanzane. Mettete direttamente sul mucchio le piante estirpate, con tutta la radice e la terra che ancora aderisce alla radice.  Così pure potete spargere sul mucchio del compost le bucce di pomodori derivanti dalla produzione di conserve o pelati.

L’ortica è un elemento che arricchisce fortemente il compost per il suo effetto fertilizzante.
 

Mentre il mucchio del compost cresce ricordatevi sempre di spolverare un po’ di terra ogni tanto, per mantenere coperto il materiale e favorirne la fermentazione. Se credete potete migliorare il prodotto finale aggiungendo ogni tanto qualche manciata di stallatico pellettato. Come già detto anche la cenere, che è ricchissima di potassa, renderà molto più ricco il prodotto finale. Un altro elemento preziosissimo sono le erbe derivanti dalla pulizia delle aiuole, ed in particolare l’ortica.

 

 

 

Come CONCIMARE L’ORTO
Uso dei concimi
organici e chimici
con la ricetta per ogni ortaggio
, anche in vaso. Fertilizzare il terreno  con il compost

110 Pagine. Formato 17×24 cm. Illustrato
Euro 10,00 
L’orto classico è sempre stato coltivato su aree di terreno concimate ogni anno, ripetutamente, tramite l’aggiunta di concimi organici, come le deiezioni animali. Per questo, quando si parla di terra da orto, si intende una terra ben grassa e fertile. Purtroppo negli ultimi decenni diversi fattori hanno fatto sì che gli ortaggi venissero coltivati in terreni sempre meno fertili: da qui l’esigenza di aggiungere elementi nutritivi a base di concimi chimici. Anche nei piccoli orti domestici diventa sempre più difficile fornire annualmente le dosi minime necessarie di concimi organici, per diversi motivi quali i problemi di gestione pratica e igienica degli stallatici, la difficoltà di reperimento dovuta alla rarefazione delle stalle e, nelle zone più abitate, i problemi di convivenza con il vicinato. Gli ortaggi sottraggono grandi quantità di nutrimento al terreno, la cui fertilità va integrata ad ogni nuova coltivazione; dunque, oltre a soffermarsi sulla concimazione organica, questo libro esplora anche le tecniche di concimazione chimica.

PER SAPERNE DI PIU’

Disponibile anche in formato E-book.  Acquista e leggi subito senza tempi e spese di spedizione. Compra su Lulu  

 

Anche gli avanzi dei macerati possono essere aggiunti al compost

Quando il contenitore vi sembra pieno, innaffiate e dopo qualche giorno vedrete che il colmo è calato di qualche decina di centimetri per assestamento naturale. Potete anche batterlo con il fondo di un  vaso pieno di terra. Pressando il mucchio di compost si favorisce la sua fermentazione. Continuate ad aggiungere materiale finché vedrete che il colmo non si abbassa più. A quel punto coprite di terra, ricordandovi di innaffiare ogni due settimane d’inverno oppure ogni settimana d’estate. Il compost matura in un anno al minimo. Potete accelerare aggiungendo al mucchio, mentre cresce, un acceleratore di compostaggio. Ricordo però che anche il compost già maturo o il terriccio da giardino, aggiunti al mucchio, funzionano da acceleratori di compostaggio. Sarà utile ricordare che la maggior parte dei terricci da giardino in commercio derivano dal compostaggio industriale della spazzatura.

 

La compostiera visibile nella foto qui sopra è costruita artigianalmente con della rete metallica plastificata, rivestita all’interno con plastica nera (sacchetti di spazzatura condominiali). Su questa plastica si praticano diversi fori per favorire l’arieggiamento. Il diametro è di un metro circa. Esistono naturalmente in commercio delle compostiere di ogni grandezza.

Normalmente ho nel mio orto tre di queste compostiere, che riempio a rotazione. Mentre una è piena e matura per un anno almeno, ne riempio un’altra.

 


Tutti i manuali sull’orto li trovi su
coltivarelorto.it
CON SCONTI E OMAGGI
 

Alcuni libri sono disponibili anche in formato E-book. Vedi i titoli disponibili sul sito Lulu.com, acquista e fai immediatamente il download. Prezzi ridotti senza spese di spedizione.

 

 

 


Coltivare l’orto
gruppo aperto

5.600 iscritti
al 15 agosto 2013

ISCRIVITI


Coltivare ortaggi in giardino e sul balcone
8.600 fans!!!
al 15 agosto 2013

DIVENTA FAN


Fare l’orto diventa
Hobby dell’anno


DIVENTA FAN


Fare l’orto, che passione!

DIVENTA FAN

BUON ORTO A TUTTI!!!

 

Compostaggio con i resti dei pomodoriultima modifica: 2011-12-10T11:04:00+01:00da coltivarelorto
Reposta per primo quest’articolo

Lascia un commento