Coltivare pomodori. Cimare e sfogliare i pomodori. Note sulla concimazione

Coltivare pomodori. Cimare e sfogliare i pomodori. Note sulla concimazione.

Abbiamo già parlato in un post precedente della potatura dei pomodori: cioè di come eliminare parti della pianta per ottenere produzioni di qualità migliore

Vedi: Potare i pomodori da tavola

In questo post presento con degli esempi fotografici altre due operazioni che si devono eseguire sui pomodori, e cioè la sfogliatura e la cimatura.

 

Sfogliare significa anche eliminare quelle foglie che coprono le corone di frutti. Qui in alto alcune foglie da eliminare, in basso la stessa pianta con le foglie eliminate.
 

SFOGLIATURA

La sfogliatura ha tre finalità:

          impedire che parte del fogliame venga a contatto con il terreno, restando contaminato da muffe e malattie varie;

          favorire la circolazione di aria tra le piante, per lo stesso motivo;

          esporre  quanto più possibile i frutti alla luce del sole. Questo fa sì che abbiano un colorito ed un sapore migliori. (però queste caratteristiche devono essere aiutare con la concimazione fosforica).

Un pomodoro in vaso sfogliato in basso e cimato in alto. 
 

Per inciso ricordo che la concimazione del pomodoro ha tre fasi: concimazione ternaria equilibrata fino ai 30 centimetri di altezza, concimazione prevalentemente potassica fino alla presenza di frutti (verdi) sulle prime due corone, concimazione prevalentemente fosforica nel prosieguo. Se comprate un concime esaminate il titolo:  20-6-7  indica per esempio: azoto 20%, potassio 6% e fosforo 7%.

Se invece sui vostri pomodori appaiono quelle antipaticissime punte nere di marciume, allora la terra manca di calcio, ma dovevate pensarci prima, concimando ora con concime a base di calcio i risultati non saranno eccezionali.

Nella foto sono evidenziate le corone di frutti dalla terza in su, ed ilpunto di cimatura. Tagliare la cima della pianta con un coltellino o anche (meglio) con l’unghia del pollice.
 

CIMATURA

Il pomodoro ha un carattere volubile, vorrebbe fare moltissimo, ma tendenzialmente non si preoccupa mai di portare a termine quello che ha cominciato. La cimatura dunque serve a far sì che il pomodoro blocchi la sua crescita infinita verso l’alto, e si dedichi alla maturazione delle corone di frutti che ha già formato in basso.

La pianta è stata cimata sopra la quinta corona. 
 
Qui subentra l’eterna discussione sui quante corone debbano essere lasciate alla pianta. Chi ha fretta di avere frutti grossi, può lasciarne tre. Chi vuole bei frutti ed una produzione durevole, può lasciarne 4 o 5. Chi vuole sfruttare al massimo la pianta rinunciando magari alla grossezza dei frutti, può lasciarne sei. Chi non è interessato a raccogliere pomodori ma vuole solo vedere una bella pianta ornamentale, può fare a meno di cimare il pomodoro.
I pomodori cespugliosi (nella foto in alto, san marzano) vanno comunque cimati ad una altezza massima di 1,80 metri. In basso, piante di ciliegini di cui va eliminata tutta la parte sopra 1,80 metri. Se invece coltivate grossi appezzamenti di san marzani a terra (senza sostegni) potete anche evitare la cimatura.
 

Ricordo che per il pomodoro da tavola ho consigliato di lasciare solo la ramificazione principale eliminando tutte le secondarie. Per i pomodori ciliegini o san marzani si possono lasciare anche tre branche e alcune ramificazioni secondarie, restando inteso che anche queste ad un certo punto dovranno essere cimate per evitare che la pianta produca foglie all’infinito e pochi frutti

Vanno sempre eliminate le “femminelle” o getti ascellari

 


Coltivare l’orto
gruppo aperto

ISCRIVITI


Coltivare ortaggi in giardino e sul balcone
DIVENTA FAN

Altre  informazioni utili sulla coltivazione dell’orto le puoi trovare sul mio libro: Coltivare l’orto
BUON ORTO A TUTTI!!!
Coltivare pomodori. Cimare e sfogliare i pomodori. Note sulla concimazioneultima modifica: 2011-07-06T18:50:00+00:00da coltivarelorto
Reposta per primo quest’articolo

5 pensieri su “Coltivare pomodori. Cimare e sfogliare i pomodori. Note sulla concimazione

  1. caro signorr bruno sto senpre attento ad quello che lei ci aiuta ad capire , sono del parere che nella vita ci sia tanto da inparare , comunque con i suopi consigli la primavera scorsa ,mi è venuta tanta bella verdura , ed anche i pmodori purtroppo è stato troppo caldo ed sono durati poco , ma mi rityengho fortunato anno scorso a meta luglio o visto tanti orti bruciati dal sole grazie per i suoi preziosi consigli , con stima GUCCINI MILTON

  2. Da qualche anno coltivo un piccolo orto nel quale sistemo diverse
    varietà di verdura; quella prevalente è il pomodoro (circa 50 piante che
    ricavo dai semi dell’anno precedente). Sono un paio di anni che buona
    parte dei pomodori giunti a maturazione, presentano nella parte supe-
    riore una colorazione gialla striata ed una consistenza dura, bianca
    all’interno del frutto. Questa parte deve essere eliminata; utilizzo solo
    2/3 del frutto peraltro molto buono. Segnalo che l’orto è coperto solo
    nella parte superiore e che le piante – pur senza alcun trattamento –
    sono sufficentemente sane. Mi piacerebbe risolvere quel probblema,
    cosa devo fare? Grazie

Lascia un commento